Procedure legali per costruire una piscina

Prima di iniziare con la pianificazione del lavoro in piscina, è necessario sapere qual è la procedura legale da seguire.

In Italia, l’elaborazione della costruzione di piscine da lavoro, piscine in poliestere o con cannoni deve essere effettuata attraverso il municipio della città in cui si desidera e si prevede di costruire una piscina.

La prima cosa da fare è richiedere le specifiche nel municipio, che dettaglia i requisiti per la costruzione di una piscina. Da lì, un architetto o un professionista qualificato viene solitamente assunto per preparare un progetto tecnico che di solito è necessario per richiedere i permessi o le licenze corrispondenti.

A seconda di ciascun progetto, potrebbe essere necessario richiedere una licenza di costruzione minore o una licenza di costruzione principale per costruire una piscina. Il processo da seguire può essere leggermente diverso in ciascun caso.

  • Se il preventivo di una piscina è considerato un lavoro minore, di solito non è richiesto un tecnico. Ciò può accadere, ad esempio, nel caso di piscine prefabbricate (sebbene dipenda da ciascun comune).
  • Quando la costruzione della piscina è considerata un lavoro importante, è necessario un progetto realizzato da un architetto o un tecnico qualificato e le relative copie devono essere presentate al Consiglio Comunale.

Tieni presente che le licenze hanno un costo , che può anche variare a seconda del consiglio comunale. Nel caso di licenze di costruzione minori, può essere calcolato intorno al 4%, mentre l’importo della licenza di costruzione principale deve generalmente raggiungere il 6% del budget del preventivo piscina di una piscina.

Se per costruire la piscina devi occupare la strada pubblica con container, materiali, ecc., Quando ottieni la licenza, devi richiedere un permesso per occupare la strada pubblica durante i giorni in cui questa occupazione sarà effettiva, dal momento che questo sarà pagare per giorni.

Il terreno e i detriti generati devono essere trasferiti in una discarica approvata. Per verificare che ciò avvenga, il Consiglio Comunale, al momento della concessione della licenza, richiede un deposito, il cui importo può variare a seconda dei metri cubi da occupare e che viene restituito al termine dei lavori e presentato al Consiglio Comunale. un documento firmato dalla discarica.

Quando è meglio legalizzare un preventivo di una piscina?

La cosa più raccomandata è fare le cose fin dall’inizio e richiedere la licenza per costruire il preventivo di una piscina dal primo momento . In questo modo si evitano possibili sanzioni e si garantisce che la piscina sarà costruita in conformità con le normative.

Ad esempio, se si decide di legalizzare le strutture dopo il completamento del lavoro, è possibile che il preventivo di una piscina non soddisfi tutti i requisiti. Pertanto, potrebbe essere necessario intraprendere una nuova riforma o demolire completamente il lavoro.

Quali sono i diversi tipi di piscina?

I tipi di preventivo di una piscina vengono valutati in base alle loro misurazioni. Qui parliamo dei diversi tipi di piscine:

 

  • Splash o bambini: queste piscine hanno una capacità inferiore a 30 m 3 . Sono dedicati alle attività dei bambini e la loro profondità è di 60 centimetri al massimo.

 

  • Privato: sono piscine la cui capacità varia generalmente da 50 a 70 m 3 .
  • Residenziale: il volume di acqua ruota intorno a 100 m 3 .

 

 

Tieni presente che i metri cubi possono variare a seconda delle dimensioni della piscina: potrebbero esserci grandi piscine per bambini e piscine più piccole private o residenziali.

Budget di costruzione per una piscina privata

Prima di iniziare la costruzione, è necessario richiedere la licenza comunale per iniziare a costruire la piscina, e questo può costare circa € 1.000, a cui deve essere aggiunto il costo del deposito nel caso in cui sia necessario un contenitore di macerie. .

Il costo di una piscina dipende dagli elementi da aggiungere. Ad esempio, se si prende la decisione di riscaldare la piscina , il costo finale sarà maggiore, anche se è sempre possibile consultare

vari prezzi per il riscaldamento per scoprire quale sistema è più redditizio. In ogni caso, questi sono già degli extra che puoi decidere di includere o meno.

Scelta del terreno

Il terreno su cui è costruita la piscina deve essere rigorosamente studiato e analizzato da professionisti. Quando si costruisce una piscina, deve essere posizionata su un terreno solido e consolidato . Se si trova su un terreno inappropriato, la piscina alla fine svilupperà problemi.

Una terra è ben stabilita quando sono trascorsi almeno 6 anni dalla compattazione.

Anche la durezza della superficie deve essere presa in considerazione. Se il terreno è roccioso , costruire la piscina e scavare sarà più difficile e costoso.

Inoltre, è più che raccomandato evitare terreni umidi che possono causare frane.

Comunque sia, oggi è molto comune installare piscine non solo nei giardini, ma anche la costruzione di piscine in terrazze o attici è abbastanza comune.

Inizio del lavoro

Le società di costruzione di piscine sono generalmente molto occupate in primavera, poiché vengono assunte da quei clienti che vogliono preparare le loro case per l’estate. Queste stesse aziende sono totalmente sopraffatte in estate, quando le persone cercano disperatamente una piscina.

Il momento migliore per costruire una piscina è in inverno, da allora le aziende sono più tranquille e si possono ottenere prezzi migliori.

Se inizi a costruire una piscina in inverno, sarà sicuramente finita in primavera e perfettamente pronta per l’estate.

Orientamento della piscina

Per quanto riguarda l’orientamento della piscina, dovrebbe essere situata in un’area in cui vi è la piena esposizione al sole . Se costruisci la piscina all’ombra, la temperatura dell’acqua sarà sempre più bassa e può essere fredda anche in estate.

D’altra parte, si raccomanda che la piscina sia orientata verso sud e che sia lontana dagli

alberi per evitare di sporcarsi con le foglie che cadono. È anche conveniente costruirlo vicino alle connessioni per acqua ed elettricità.

Raccomandiamo anche che la parte più bassa della piscina sia quella più orientata al sole, poiché è qui che trascorrerai più tempo.

Per proteggere la piscina dal vento , dovrebbe trovarsi in un’area della casa in cui non è troppo influenzata da questo fenomeno meteorologico. Il vento fa evaporare l’acqua più rapidamente, causando un aumento della sua temperatura. Per evitarlo, puoi piantare vegetazione compatta, come siepi, o costruire muri di sostegno.

Leave a Reply

Comment
Name*
Mail*
Website*